giovedì 11 novembre 2010

BIO-MERCATO in Cascina Torchiera

Per chi ancora non lo sapesse esiste a Milano un luogo che tenta di sfidare le leggi del tempo, e sì, anche quelle del capitalismo governante: si tratta della Cascina Torchiera, edificio di importanza storica risalente al 1330, e di proprietà dei Padri della Certosa di Garegnano fino al 1888. Acquistata successivamente dal Comune di Milano, ente che non si è mai preoccupato della conservazione del luogo, lasciando cadere la struttura in uno stato di totale degrado, la Cascina è stata occupata nei primi anni novanta da un gruppo di ragazzi del quartiere che vi si insedia dando vita al Centro Sociale Autogestito Torchiera, per cercare di recuperare e sostenere il luogo in maniera autogestita.
La Cascina Autogestita Torchiera Senz'Acqua prende questo nome dall'evento risalente al 1995, anno in cui l’Amministrazione Formentini mura il tubo di ingresso dell’acqua della Cascina ed emana un’ingiunzione di sgombero, tuttora presente, si legge nel sito. Da allora decine di persone si sono impegnate con opere di volontariato per far si che questo luogo potesse continuare a vivere, apportando lavori di ristrutturazione e dando vita ad uno spazio sociale unico nel suo genere.
Vi assicuro che è un luogo aperto a tutti, dove è facile incontrare agli eventi in programma famiglie con bambini, giovani coppie, e anche nonnetti nostalgici, oltre certamente ai fricchettoni.
Questo posto viene definito da gestori e sostenitori 'Progetto collettivo di spazio sociale', frase che descrive perfettamente il senso di questo luogo che è soprattutto uno spazio di incontro e di scambio, un luogo vivo dove è possibile approcciarsi alla cultura della vita slow, dove è possibile frequentare corsi di danza e teatro, dove gli stranieri possono seguire corsi di lingua italiana, dove si organizzano cene low-cost, cineforum e mercatini bio.
La programmazione è sempre ricca di eventi molto interessanti, tra giovedì culturali e venerdì all'insegna della buona musica dal vivo.
Ogni terza domenica del mese si svolge il BIO-MERCATO, un evento davvero straordinario e ben strutturato, dove poter acquistare prodotti bio direttamente dai produttori e discutere con loro in merito ad argomenti a volte un po' fumosi come 'chilometro zero' e 'filiera corta' .

Ecco il programma per la prossima domenica 21 Novembre:

Dalle ore 11 e per tutta la giornata:
BIO-MERCATO
ortaggi, frutta e pane, ma anche salumi, formaggi
e molte altre autoproduzioni da gustare ed acquistare.

h 13.30 PRANZO
bio-sociale a cura della Trattoria La Lapide (la Cascina si trova in zona Cimitero Maggiore ;))

Nel pomeriggio sono previsti LABORATORI di produzione bio-sostenibile.Io consiglio ai Milanesi di fare un salto, anche solo per dare un'occhiata a quanto di bello il comune si rifiuta di dare un aiuto per la conservazione. Per chi non è di Milano è un buon modo per visitare la city da un'ottica un po' diversa dal solito, niente passerelle e jet set, ma ne vale decisamente la pena!

Qui il link del sito Cascina Torchiera
http://torchiera.noblogs.org/

A breve un post sulle cascine rural-culturali ancora attive sul territorio milanese.
Accorrete numerosi!


venerdì 5 novembre 2010

Vieni Via con Me, a passo di danza

Lunedì 8 Novembre andrà in onda la prima puntata del discusso programma condotto dalla coppia Fazio/Saviano. Tranquilli, non voglio aprire l'ennesima discussione sulla questione cachet, invitati, programma sì programma no, vorrei piuttosto mettervi al corrente di una grande novità all'interno del programma, e cioè il fatto che ci sarà un corpo di ballo.
E voi direte 'ma quale novità'? E soprattutto 'e che c'azzecca'?
Beh in realtà si tratta proprio di una cosa nuova, non solo per quel che riguarda il programma, ma per la televisione in generale, nel senso che non sarà il classico corpo di ballo con tette e culi volanti, pose sensuali che tendono al pornografico o roba del genere. Tutt'altro, protagonisti saranno danzatori professionisti provenienti dalle fila del teatro-danza e della danza contemporanea, e non mancheranno i nomi di spicco che negli ultimi venti anni hanno fatto la storia del teatro di danza in Italia.
Il coreografo scelto per l'occasione è infatti Roberto Castello, nome conosciuto del panorama teatrale italiano che, negli ormai lontani anni ottanta, ha apportato, insieme agli altri componenti della compagnia che all'epoca si chiamava Sosta Palmizi, una svolta decisiva all'interno del mondo della danza contemporanea. Tutto ciò avvenne grazie al contributo di Carolyn Carlson che fu chiamata nel 1980 dall'allora sovrintendente del Teatro la Fenice di Venezia a formare la compagnia di Teatro e Danza La Fenice, composta da giovani danzatori italiani. Alcuni di questi decisero di intraprendere un percorso personale di ricerca coreografica dando vita appunto a Sosta Palmizi, gruppo composto da Francesca Bertolli, Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, Michele Abbondanza, Roberto Cocconi e Roberto Catello. Oggi, tutti gli ex componenti continuano il loro percorso artistico personale con le proprie compagnie all'interno delle strutture che hanno costruito nel corso degli ultimi venticinque anni.
Cercherò nei prossimi post di fare una panoramica della situazione creativa della danza contemporanea in Italia, partendo appunto dai gruppi storici e cercando di farvi conoscere a poco a poco il lavoro di ognuno di loro.
Tornando al nostro nuovo coreografo RAI, negli anni successivi lo scioglimento del gruppo Sosta Palmizi, avvenuto nel 1986, Castello ha creato un proprio gruppo di ricerca, chiamato Aldes, dando vita a spettacoli dal forte carattere sociale e politico in cui si mescolano linguaggi espressivi eterogenei e nuove tecnologie.
Nel 2003 riceve il Premio Ubu Sezione Tatro-Danza per lo spettacolo 'Il Migliore dei Mondi Possibili' e nel 2008 apre SPAM, Centro per le Arti Performative Contemporanee.
Posto qui il video di una celebre performance di Aldes dal titolo Scene da un Matrimonio.


Link del sito di Roberto Castello
www.aldesweb.org

Una piccola parentesi storica per introdurvi un po' nell'ambito di ciò che andrete a vedere lunedì...La situazione è delicata, perché c'è il rischio di non essere capiti o di proporre qualcosa di troppo estraneo al gusto del pubblico della tv generalista.
Personalmente spero che la manovra TV+Danza Contemporanea funzioni.
Voi cosa ne pensate? Sarei curiosa di ricevere i vostri feed-back dopo lunedì!

Aggiorno l'articolo postando qui il video della sigla finale di Vieni Via Con Me, volontariamente evito di fare commenti alla trasmissione. Faccio invece i miei complimenti agli amici artisti presenti in questo video!