lunedì 30 agosto 2010

Fiori di Zucchina in Pastella con Formaggio Bastardo ed Erbe Aromatiche

Ciao a tutti!
Questa sera posto una ricetta veloce, ideale in estate e che vede come ingrediente principale i fiori di zucchina, facili da reperire in questa stagione.
Da accompagnare con un brioso bicchiere di prosecco, per un aperitivo sfizioso...

Ingredienti:
10 fiori di zucchina
100g di formaggio Bastardo semi-stagionato (o formaggio tipo taleggio)
erbe aromatiche (cipollina e basilico)

Per la pastella:
200g di farina
due chiare d'uovo
un cucchiaio d'olio
un pizzico di sale
un cucchiaio di marsala
acqua gasata

Amalgamate bene la farina setacciata con il sale, l'olio e il marsala. Aggiungete poi un po' d'acqua e le chiare dell'uovo montate a neve. Continuate a mescolare e ad aggiungere acqua fino a quando non avrete ottenuto una crema piuttosto densa e liscia.
A questo punto riempite i fiori con delle palline di formaggio che avrete precedentemente impastato con le erbe, avendo cura di aver eliminato i pistilli.
Successivamente immergete i fiori nella pastella e poi friggete in olio di semi ben caldo.
Cuocete i fiori fino a quando non avranno raggiunto un bel colore ambrato e poi adagiateli in un piatto ricoperto di carta assorbente. Fateli raffreddare leggermente prima di servire.
Bon appetit!

mercoledì 18 agosto 2010

Polpo in umido con patate

Quasi provo imbarazzo ad irrompere qui, così indiscreta, dopo tutto questo tempo, nonostante il blog sia mio!
Ma il destino mi porta, di questi tempi, ad errare verso lande...ehm...scusate ;)
Scherzi a parte, il tempo a disposizione è quello che è, ma prometto che da settembre il blog verrà aggiornato con più frequenza, dando anche magari più spazio alla sezione 'performing arts'...
Ora però vi posto una ricettina niente male che ho provato qualche sera fa...finalmente sono riuscita a ricreare il polpo in umido come l'avevo gustato in Grecia (o quasi!).
Questo fantastico viaggio nel Peloponneso risale al 2006, ma quel sapore non l'ho ancora dimenticato...Purtroppo non ricordo il nome del ristorante, ma posso dirvi che era a Gythio, all'estrema destra del lungomare (guardando il mare, dando le spalle al paese), se per caso passate da quelle parti fermatevi perché ne vale davvero la pena, vi fanno scegliere il pesce e ve lo cucinano direttamente sulla brace, inoltre, se vedono che siete buone forchette, per tutta la sera non fanno altro che portare in tavola specialità di pesce cucinato in ogni modo...adoro!

Ingredienti (per 4 persone):
4 polpetti di circa 3 etti l'uno.
15 pomodori da sugo
4 patate un po' grosse
1 cipolla rossa
2 spicchi di aglio
carota/sedano
sapori (prezzemolo, alloro, timo, rosmarino, peperoncino)
sale q.b.
olio q.b.
un bicchiere di vino bianco secco

Preparazione:
Inizio col dire che se aveste in casa una pentola di coccio sarebbe fantastico!
Ma anche una bella pentola antiaderente va bene...
Iniziamo col fare un soffrittino con carota, sedano, cipolla e aglio, in olio extravergine di oliva.
Dopo qualche minuto aggiungiamo i polpetti che avremo nel frattempo pulito (togliamo gli occhi e il dente, teniamo sacche e tentacoli, lavati molto bene sotto l'acqua fredda). Solitamente io taglio il mollusco in tocchetti non troppo piccoli (lascio la lunghezza dei tentacoli), ma possiamo anche lasciarlo tutto intero, esteticamente è sicuramente meglio, bisogna solo fare attenzione alla cottura (un po' di più).
Lasciamo soffriggere insieme alle verdure fino a che i nostri polpetti saranno diventati belli rossi e un po' arricciati, a quel punto possiamo versare il vino, e cuocere fino a che sarà evaporato (7-8 minuti).
Ora possiamo aggiungere le patate tagliate a tocchetti, i pomodori a pezzetti, il sale e il peperoncino. L'acqua lasciata dalle verdure e dai polpi dovrebbe bastare. Mescolate di tanto in tanto, chiudendo ogni volta con il coperchio (attenzione a non tenere la fiamma troppo alta, direi che all'inizio può esser vivace, poi abbassate al minimo). La cottura si aggira intorno all'oretta e 1/4 o poco più. Verso fine cottura (un mezz'oretta prima della fine) aggiungete un trito di sapori e amalgamate bene. Il sugo risulterà alla fine molto denso ed il polpo dovrà essere morbido.
Potete servire con dei crostini di pane e accompagnare con un'insalatina fresca.
Bon appetit!