venerdì 5 novembre 2010

Vieni Via con Me, a passo di danza

Lunedì 8 Novembre andrà in onda la prima puntata del discusso programma condotto dalla coppia Fazio/Saviano. Tranquilli, non voglio aprire l'ennesima discussione sulla questione cachet, invitati, programma sì programma no, vorrei piuttosto mettervi al corrente di una grande novità all'interno del programma, e cioè il fatto che ci sarà un corpo di ballo.
E voi direte 'ma quale novità'? E soprattutto 'e che c'azzecca'?
Beh in realtà si tratta proprio di una cosa nuova, non solo per quel che riguarda il programma, ma per la televisione in generale, nel senso che non sarà il classico corpo di ballo con tette e culi volanti, pose sensuali che tendono al pornografico o roba del genere. Tutt'altro, protagonisti saranno danzatori professionisti provenienti dalle fila del teatro-danza e della danza contemporanea, e non mancheranno i nomi di spicco che negli ultimi venti anni hanno fatto la storia del teatro di danza in Italia.
Il coreografo scelto per l'occasione è infatti Roberto Castello, nome conosciuto del panorama teatrale italiano che, negli ormai lontani anni ottanta, ha apportato, insieme agli altri componenti della compagnia che all'epoca si chiamava Sosta Palmizi, una svolta decisiva all'interno del mondo della danza contemporanea. Tutto ciò avvenne grazie al contributo di Carolyn Carlson che fu chiamata nel 1980 dall'allora sovrintendente del Teatro la Fenice di Venezia a formare la compagnia di Teatro e Danza La Fenice, composta da giovani danzatori italiani. Alcuni di questi decisero di intraprendere un percorso personale di ricerca coreografica dando vita appunto a Sosta Palmizi, gruppo composto da Francesca Bertolli, Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, Michele Abbondanza, Roberto Cocconi e Roberto Catello. Oggi, tutti gli ex componenti continuano il loro percorso artistico personale con le proprie compagnie all'interno delle strutture che hanno costruito nel corso degli ultimi venticinque anni.
Cercherò nei prossimi post di fare una panoramica della situazione creativa della danza contemporanea in Italia, partendo appunto dai gruppi storici e cercando di farvi conoscere a poco a poco il lavoro di ognuno di loro.
Tornando al nostro nuovo coreografo RAI, negli anni successivi lo scioglimento del gruppo Sosta Palmizi, avvenuto nel 1986, Castello ha creato un proprio gruppo di ricerca, chiamato Aldes, dando vita a spettacoli dal forte carattere sociale e politico in cui si mescolano linguaggi espressivi eterogenei e nuove tecnologie.
Nel 2003 riceve il Premio Ubu Sezione Tatro-Danza per lo spettacolo 'Il Migliore dei Mondi Possibili' e nel 2008 apre SPAM, Centro per le Arti Performative Contemporanee.
Posto qui il video di una celebre performance di Aldes dal titolo Scene da un Matrimonio.


Link del sito di Roberto Castello
www.aldesweb.org

Una piccola parentesi storica per introdurvi un po' nell'ambito di ciò che andrete a vedere lunedì...La situazione è delicata, perché c'è il rischio di non essere capiti o di proporre qualcosa di troppo estraneo al gusto del pubblico della tv generalista.
Personalmente spero che la manovra TV+Danza Contemporanea funzioni.
Voi cosa ne pensate? Sarei curiosa di ricevere i vostri feed-back dopo lunedì!

Aggiorno l'articolo postando qui il video della sigla finale di Vieni Via Con Me, volontariamente evito di fare commenti alla trasmissione. Faccio invece i miei complimenti agli amici artisti presenti in questo video!




9 commenti:

  1. un corpo di danza vero formato da ballerini professionisti vestiti e in grado di ballare???Nel nostro paese,in tv??( e pensa che di professionisti con la P maiuscola ne abbiamo sfornati eccome:dalla Fracci alla Ferri , passando per l' Abbagnato ed il magnifico Bolle )mi sembra di sognare ad occhi aperti!! Finalmente è giunta l' ora del riscatto televisivo...!?!Urrà!

    RispondiElimina
  2. Si Clau, veri danzatori professionisti ma niente a che vedere con Fracci e Ferri che , sì sono grandissime danzatrici, ma che fanno danza classica e che a mio modestissimo avviso è un evergreen che però non rispecchia la società contemporanea (come direbbe qualcuno 'I need something else than just shapes'). Vedrai, ti stupiranno!

    RispondiElimina
  3. ho amato la sigla di chiusura... mi ha ricordato un corpo di ballo che mi ha folgorato un paio di anni fa, i francesi montalvo hervieu... parlerò da profana ma mi ha trasmesso la stessa sensazione... bello bello bello...

    RispondiElimina
  4. Lo sai che i danzatori sono stati pagati al minimo sindacale (43 euri)?? Alla faccia dei cachet milionari...

    RispondiElimina
  5. eh lo so lo so caro Giovanni, si saranno giustamente immolati per la causa? Ai posteri e ai danzatori l'ardua sentenza!

    RispondiElimina
  6. ciao! vorrei segnalare che presso la sede operativa di Roberto Castello e della Compagnia ALDES, ossia SPAM! spazio performativo per le arti contemporanee (in provincia di Lucca), da venerdì scorso 5 novembre e fino al 31 dicembre è in corso una rassegna doi danza, musica, teatro e video curata dallo stesso Castello. la programmazione è molto bella: www.spamweb.it

    RispondiElimina
  7. Assolutamente fantastici! Non avevo mai visto niente di simile, non credevo ai miei occhi, bravi davvero, ho scoperto un mondo nuovo!!

    RispondiElimina
  8. finalmente un corpo di ballo che racconta .
    bravissimi tutti . profani come mio figlio
    sono rimasti abbacianati! che soddisfazione .
    grazie
    francesco

    RispondiElimina